CHI SIAMO

Massimo Dallaglio: Africa, 1969, dopo aver ripercorso le orme di Stanley su di un piede solo.

Africa, 1969, dopo aver ripercorso le orme di Stanley su di un piede solo.

Massimo Dallaglio, classe ’66, è un Dallaglio dei Dallaglio dei Dallaglio, della più antica nobiltà emiliana.

Cresciuto all’insegna dello stile e del buon gusto più fini, sin dalla più tenera infanzia manifesta tuttavia un desiderio di avventura che lo porta ad essere il più giovane e temerario esploratore dei suoi tempi, dagli abissi oceanici ai misteri insondabili dello spazio siderale.

A venti anni, dopo aver battuto il record di immersione e pesca subacquea conemporaneamente

Dopo aver battuto contemporaneamente il record di immersione e pesca subacquea, 1989

A dodici anni scopre la fotografia e ne sviscera i segreti, sostituendosi ben presto in segreto ad Helmut Newton e riuscendo a coniugare le due passioni in modo ineguagliabile;  sua la celebre foto di Robert Capa mentre fotografa il guerrigliero.

Dai teatri di guerra alle fiere tibetane, attraverso colpi di stato, scoop giornalistici, tornei di Vale Tudo e concorsi planetari di bellezza, da decenni sua è la mano che ferma l’istante e lo congela nel tempo.

Un attimo prima di far scomparire la Torre Eiffel

1985, un attimo prima di far scomparire la Torre Eiffel. Mai più riapparsa, da quel giorno i francesi esibiscono una copia

I numerosi impegni non valgono a frenare la sua carica vitale, che lo porta a sperimentare numerosi arti nei diversi Paesi del mondo, dalla musica alla prestidigitazione, dall’ipnosi alla scultura nel ghiaccio alla seduzione di ricche e famose dive hollywoodiane fino a quando, colto dalla temibile Saudade Emiliana, elegge Reggio Emilia a sua dimora per mettere radici quel tanto che basta per progettare nuove avventure.

Massimo DallaglioE’ giornalista pubblicista, quasi geologo, filosofo e Dottore in Scienze Politiche; fotografo professionista, ha realizzato servizi, copertine, eventi, reportage.

Ha diretto e dirige documentari, magazine e riviste, tra le quali la celebre www.mollotutto.com e DV Club.

1969, festa a casa di Brian Jones

1969, festa a casa di Brian Jones

Carlo Vanni è stato la più giovane rockstar europea. Classe ’68, ha seguito per dieci anni i tour dei maggiori gruppi della British Invasion, prestando la propria opera come recensore, assaggiatore di corte, sicario, ruffiano e spalla comica

Consulente alle Falkland, 1982

Consulente alle Falkland, 1982

fino a quando, stancatosi delle glorie del Jet Set, ha deciso di concedersi una adolescenza ribelle nei peggiori bar di Caracas, completando la propria formazione extrascolastica.

Dopo una breve pausa come mercenario, si è definitivamente dato agli studi e alle lettere, con le quali si mantiene faticosamente a volte rimpiangendo i bei tempi andati.

Burano, 1989. Pausa durante il servizio d'ordine dei Pink Floyd

Burano, 1989. Pausa durante il servizio d’ordine dei Pink Floyd

E’ stato soldato, operaio, ricercatore, esploratore, venditore di Bibbie, scrittore, cicisbeo, spia e massaggiatore privato. Sociologo, antropologo, psicologo, economista ed elettrotecnico, vive e lavora, il meno possibile, a Reggio Emilia, alternando momenti di apparente calma a misteriosi viaggi all’estero che coincidono di solito con la caduta di qualche governo.

E’ titolare del blog Non ci resta che leggere e Abbastanzamente, autore di svariati libri, nonché ideatore degli eventi Autunno di Cuoco e FESTAlibro e fondatore del movimento filosofico Pensiero Negativo.

Dal 2000 scrive per periodici e quotidiani locali e per il Web.

Contattaci a

 gastrolabio@gmail.com

Salute

Gastrolabio

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SU: